Daniel Rossetti Alone   “ The Story lived in a Training the Training that becomes the Performance the Performance that brings to life the History “    “La Storia vissuta in un Allenamento l’allenamento che diventa l’ Esibizione, l’esibizione che fa vivere la Storia Daniel Rossetti Alone “ALONE” Called “Lone” from those who knows him well. Is the personality that comes to life on stage presenting the most intense training of “The Handstand Performer”, his soul. I chose this name during a long perioud of stage absence having a look at the past. Reliving again the hard moments experienced through my childhood and youth, during the endless solitary workouts carryed out wherever was possible learning only through the will to succeed. I realized that a feeling is never meant to vanish but on the contrary, every moment I spent looking inside myself through the course of these years comes back to life in every show dealing with what is no longer only a performance but history, a true story. “Alone” is the name of that training,  the story of my Life. Alone Is the existence of love and hate united in one feeling to express a great desire, the right to exist being able to face our fears with respect and tenacy against what we feel to be bigger than us. Sometimes to look inside ourself is taken as a gift or a madness, but when our belief leads straight to the  truth there is no choise,  and is no longer important which kind of  considerations is representing us, the only important thing is  to prove it. Especially after so many years of studies and developments I believe thatany discipline can become very important for those who take so much care of it. “One Art” Because the dedication and the passion in a person are the characteristics that makes it be an Artist, showing very clearly the difference among the rest of the trade. “One Religion” Because the only energy that has the power to make live a dream it arises from the inner love. “Alone” Means freedom. Isn’t about being the best and even the winner, and doesn’t intend to impose any kind of supremacy, but it means to give everything we can, to do our best, to hold on having faith in what we believe and in ourselves untill the end. I created this performance thanks to the love that I feel for my parents and as a sign of respect towards life where we must never give up, using my great passion by film directing to develop the choreography so that this story can be lived and shared live, but most of all remembered. The rest is pure feeling.     Artista Autodidatta - Selfmade Performer  Daniel Rossetti “ALONE” Chiamato Lone” da chi lo conosce bene.  È la personalità che prende vita sul palcoscenico presentando l’allenamento piu intenso di “Il Verticalista”, la sua anima. Ho scelto questo nome durante un lungo periodo di assenza scenica in cui diedi uno sguardo al passato. Nel rivivere le difficoltà attraversate nell’ infanzia e gioventù, durante gli interminabili allenamenti solitari svolti ovunque era possibile imparando soltanto grazie alla volontà di farcela. Mi sono reso conto che non è mai stato un sentimento destinato a sfievolirsi ma al contrario, ogni momento passato a guardarmi dentro attraverso il corso di tutti questi anni si riesprime ad ogni spettacolo nell’affrontare quella che non è più soltanto una esibizione ma storia, una storia vera. “Alone” è il nome di quell’allenamento, il racconto della mia vita. Alone è l’ esistenza di amore e odio uniti in un solo sentimento per esprimere una grande volontà, il diritto di esistere e di riuscire ad affrontare le nostre paure con rispetto e tenacia nei confronti di quel qualcosa che possiamo sentire essere più grande di noi. A volte guardarsi dentro viene preso come un dono o una pazzia, ma quando non si ha scelta nel credere che la verità sia nascosta tutta li, non è più importante quale considerazione ci rappresenti, la sola cosa importante è dimostrarlo. Specialmente dopo tanti anni di studio e sviluppo riesco a credere che con il tempo qualunque disciplina  può diventare molto importante per chi se ne prende così tanto cura, “Un’Arte” Perchè la dedizione e la passione in una persona sono le caratteristiche che lo distinguono rendendolo un Artista mostrando la differenza in mezzo il resto del commercio. “Una Religione” Perchè l’unica energia che ha la forza di rendere vivo un sogno proviene dall’amore interiore. “Alone” Significa libertá. Non riguarda l’essere il migliore ne tantomeno il vincitore, e non intende imporre nessun tipo di supremazia, ma significa mettercela tutta, fare del proprio meglio tenendo duro e fede in ciò a cui crediamo, a noi stessi, vada come vada, fino alla fine. Ho creato questa esibizione grazie all’amore che ho per i miei genitori e come segno di rispetto nei confronti della vita dove non bisogna mollare mai, utilizzando la mia grande passione per la regia cinematografica sviluppando la coreografia in modo che questa storia possa essere vissuta e trasmessa dal vivo, ma sopratutto ricordata. Il resto è puro sentimento.  Daniel Rossetti Vitae Vitae Hate and Love - Amore e Odio